DEIANA RITA

Contacts
E-mail
Ee451ce254786877a505439a931f4613
bring this page
with you
Structure Department of Cultural Heritage: Archaeology and History of Art, Cinema and Music
Telephone 0498274535
Qualification Professore associato confermato
Scientific sector GEO/11 - APPLIED GEOPHYSICS
University telephone book  Show
 

Office hours
UFFICIO - STANZA 19 - PIANO TERZO - PALAZZO LIVIANO - PIAZZA CAPITANIATO 7- PADOVA IL RICEVIMENTO VIENE FISSATO PREVIO APPUNTAMENTO. e-mail: rita.deiana@unipd.it
(updated on 15/07/2013 10:55)

Curriculum Vitae
Rita Deiana è Professore Associato di Geofisica Applicata (GEO/11) presso il Dipartimento dei Beni Culturali e Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca, Studio e Conservazione dei Beni Archeologici, Architettonici e Storico-Artistici – CIBA dell’Università di Padova.
Si occupa di didattica, di acquisizione ed elaborazione di dati geofisici dalla scala di campo a quella di laboratorio, con misure convenzionali e monitoraggi nel tempo su sistemi poco profondi per problemi di archeologia, di geologia e di ingegneria e di misure non invasive per la diagnostica su strutture, in particolare su edifici storici, con collaborazioni nazionali ed internazionali sugli specifici argomenti. I suoi interessi di ricerca e la sua produzione scientifica, maturati ad oggi, sono il frutto di collaborazioni interdisciplinari in campo geologico, ingegneristico, umanistico, sviluppate nel corso degli anni con dipartimenti e centri di ricerca nazionali ed internazionali, su problematiche che interessano principalmente lo studio di sistemi complessi.
Referente per il trasferimento tecnologico presso l’Ateneo di Padova per il Dipartimento dei Beni Culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica e membro di commissioni di valutazione di progetti di ricerca dell’Università degli Studi di Padova, è stata responsabile scientifico di un primo progetto finanziato dall’Ateneo di Padova nel periodo 2008-2010 su misure geofisiche in time-lapse per l’archeologia e recentemente di un progetto finanziato dallo stesso Ateneo per lo studio della Cappella degli Scrovegni (Feb 2015- Ago 2017). Gestisce inoltre parte delle attività geofisiche dell’unità di ricerca di Padova nel progetto EU FP7 GLOBAQUA ed è stata responsabile delle attività geofisiche nel progetto strategico interdipartimentale MACH finanziato dall’Università. In passato si è occupata della gestione di parte delle attività geofisiche dell’unità di ricerca di Padova nei seguenti EU Framework Programme 7 Collaborative Projects: i-SOIL, ModelPROBE, CLIMB e nel progetto strategico GEORISK dello stesso Ateneo.

Lecturer's Curriculum (PDF): EE451CE254786877A505439A931F4613.pdf

Research areas
Rita Deiana è autrice di oltre 30 pubblicazioni su riviste con revisione scientifica (ISI) riguardanti il contributo dei dati geofisici (dalla scala di campo a quella di laboratorio), su problematiche che interessano principalmente lo studio di sistemi complessi, con misure convenzionali e in time-lapse legate ad indagini, monitoraggi di eventi naturali, di esperimenti controllati e simulazioni in ambito idrogeologico, geologico e nella caratterizzazione dei suoli. In questo contesto la sua produzione scientifica si è focalizzata principalmente nell’utilizzo dei metodi georadar, metodi geoelettrici (ERT, IP, SP), metodi sismici attivi e passivi e metodi FDEM, con applicazioni da superficie e in foro. La sua produzione riguardante contributi in atti di convegno, su libri e riviste non ISI, consta, ad oggi, di oltre 100 titoli.
Attualmente i suoi interessi di ricerca sono focalizzati prevalentemente sul campo dei Beni Culturali. Dal 2012 la sua attività di ricerca verte infatti maggiormente sul campo delle prospezioni geofisiche in campo archeologico e nello studio degli edifici storici, con particolare attenzione all’analisi delle superfici di pregio (mosaici, affreschi e apparati decorativi in genere) ed allo studio dei fenomeni di dissesto e degrado eventualmente correlati. In particolare si occupa di acquisizione ed elaborazione di dati georadar, FDEM, TDEM, Tomografie Elettriche di Resistività (ERT), misure magnetiche e del gradiente magnetico, misure con radar olografico, di termografia IR e di imaging multispettrale partendo da indagini alla scala di campo sino a quelle alla micro-scala. In questo contesto sono nate le prime pubblicazioni in collaborazione con archeologi, ingegneri e storici dell’arte e storici dell’architettura su temi che spaziano dall’archeologia, allo studio della storia degli edifici, all’analisi del degrado e del dissesto delle strutture.
In questo campo dal 2012 ad oggi è stata responsabile di numerose campagne di acquisizione di dati geofisici su siti di rilevante interesse, collaborando con gruppi di ricerca a livello nazionale e internazionale, su problematiche legate al campo dei Beni Culturali, muovendosi tra Padova (Cappella degli Scrovegni, Arena Romana, Duomo, Chiesa degli Eremitani), Cuma, Pompei (Villa Diomede, Terme del Sarno), Gerusalemme (Chiesa della natività di S. Giovanni - Ein Karem), Hierapolis -Turchia (Terme Chiesa), Palermo (Mosaici nella Chiesa della Martorana e nella Cappella Palatina del Palazzo dei Normanni), Venezia (Mosaici del Portale della Basilica di San Marco), Aquileia (Domus delle Bestie Ferite, Teatro Romano), Nora (necropoli dell’ex area della Marina Militare).Attualmente è responsabile scientifico del progetto PRAT 2014, di durata biennale, finanziato dall'Ateneo di Padova, dal titolo:"METODOLOGIE INTEGRATE PER LO STUDIO DI EDIFICI STORICI AFFRESCATI: IL CASO DELLA CAPPELLA SCROVEGNI A PADOVA”, che ha portato ad una convenzione di ricerca tra il dBC, il Comune di Padova, le sino a poco tempo fa due Soprintendenze, rappresentate oggi dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le Province di Venezia, Belluno, Padova, Treviso e non ultimo l’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro di Roma (ISCR), incaricato annualmente della manutenzione programmata della Cappella.

Publications
SELEZIONE (2016-2015):

1.Deiana R., I. Dieni, F. Massari, M.T. Perri, M. Rossi, A. Brovelli, (2016), A multi-disciplinary study of deformation of the basaltic cover over fine-grained valley fills: a case study from Eastern Sardinia, Italy, International Journal of Earth Sciences, 105 (4) pp.1245-1255 doi: 10.1007/s00531-015-1230-y (IF 2015= 2.133)

2.Deiana R., (2016) Il contributo delle metodologie geofisiche allo studio dei sistemi idraulici antichi, in “Aquam Ducere - Materiali della Ist International Summer School "Hydraulic systems in the Roman world" (Feltre, 25-29 Agosto 2014), Ed. DBS Zanetti, Seren del Grappa, pp. 33-36 (IN PRESS)

3.Deiana R., (2016) La chiesa e un insediamento più antico nelle prospezioni georadar, in: “IL DUOMO DI PIOVE DI SACCO MILLE ANNI DI STORIA E ARTE” Ed. Art&Print Chioggia (VE) pp.67-73 ISBN 978-88-89656-35-8

4.Svalduz E., R. Deiana, (2016) Il pilastro nascosto: tracce del passato tra fonti storiche e nuove tecnologie, in: “I mille volti del passato Scritti in onore di Francesca Ghedini” Ed. QUASAR Roma, pp.1111-1116, ISBN 978-88-7140-731-9

5.Caldon M., F. Lorenzoni, R. Deiana, M.R. Valluzzi, C. Modena, (2016), Operating conditions of an ancient Roman bridge: inspections and vibration analysis, Brick and Block Masonry - Trends, Innovations and Challenges- 16th International Brick & Block Masonry Conference- Padua 26-30 June 2016, pp. 1045-1053, ISBN: 978-1-138-02999-6

6.Dessales H. et al. (2016), Pompéi. Villa de Diomède, Chronique des activités archéologiques de l’École française de Rome [En ligne], Les cités vésuviennes, http://cefr.revues.org/1543, doi: 10.4000/cefr.1543

7.Boaga J., S. Renzi, R. Deiana, G. Cassiani, (2015), Soil damping influence on seismic ground response: a parametric analysis for weak to moderate ground motion, Soil Dynamics and Earthquake Engineering, 79 pp.71-79, doi: 10.1016/j.soildyn.2015.09.002 (IF 2015= 1.481)

8.Bianchi V., M. Ghinassi, M. Aldinucci, J. Boaga, A. Brogi, R. Deiana, (2015), Tectonically driven deposition and landscape evolution within upland incised valleys: Ambra Valley fill, Pliocene-Pleistocene, Tuscany, Italy, Sedimentology, 62 (3) pp.897-927, doi: 10.1111/sed.12165 (IF 2015= 3.216)

9.Roghi G., L. Giusberti, C. A. Papazzoni, E. Fornaciari, R. Zorzin, R. Deiana (2015) Studi e ricerche sui giacimenti terziari di Bolca, XVI - Miscellanea Paleontologica, 13 pp.27-32. ISSN 0587-1239

10.Cescatti E., R. Deiana, L. Rosato, C. Modena, Evaluation of injection intervention on a real case of medieval complex, 12th North American Masonry Conference (May 17-20 2015, Denver, Colorado) Paper 0097

11.M. R. Valluzzi , G . Salemi, R. Deiana , E . Faresin, G. Giacomello, M. Giaretton, M. Panizza, M. Pasetto, S. Caló , M. Battistella, and A. Frestazzi, Integrated ND methodologies for the evaluation of the adhesion of frescoes on stone masonry walls, Emerging Technologies in Non-Destructive Testing VI, Proceedings of the 6th International Conference on Emerging Technologies in Non-Destructive Testing (Brussels, Belgium, 27-29 May 2015) CRC Press 2015, Pages 505–510, Print ISBN: 978-1-138-02884-5, eBook ISBN: 978-1-315-64754-8, DOI: 10.1201/b19381-83

12.De Guio A., Migliavacca M., Deiana R., Strapazzon G., Remote sensing e archeologia di un paesaggio marginale, PCA5 (2015) ISBN: 2039-7895 pp.245-260 Post Classical Archaeologies (5) SAP Vol.5 May 2015

Lecturer's Publications (PDF): EE451CE254786877A505439A931F4613.pdf

List of taught course units in A.Y. 2018/19
Degree course code (?) Degree course track Course unit code Course unit name Credits Year Period Lang. Teacher in charge
LE0616 COMMON SUP7079797 6 1st Year Second
semester
ITA RITA DEIANA
LE0601 COMMON SUP7080198 6 1st Year Second
semester
ITA RITA DEIANA
LE0616 COMMON SUP7079838 6 2nd Year First
semester
ITA RITA DEIANA