ZAGGIA STEFANO

Contacts
E-mail
09c10c4937a4f3a5c34a5b52d3483d78
bring this page
with you
Structure Department of Civil, Environmental and Architectural Engineering
Telephone 0498276731
Qualification Professore associato confermato
Scientific sector ICAR/18 - HISTORY OF ARCHITECTURE
University telephone book  Show
 

Office hours
Tuesday from 10:00 to 13:00 DICEA - sezione disegno - via Venezia 1, ex Polo Meccanico, Padova È possibile fissare altri giorni di ricevimento previo accordo tramite e-mail.
(updated on 01/03/2014 17:34)

Proposals for thesis
Le di tesi assegnate sono coerenti con le tematiche di ricerca del settore scientifico disciplinare. I contenuti riguarderanno l’analisi dello sviluppo storico delle opere architettoniche in rapporto al quadro economico, politico, sociale e culturale; lo studio delle trasformazioni dei contesti urbani, della struttura storica del paesaggio e dei metodi storici di rappresentazione dell’architettura e dello spazio urbano.

Curriculum Vitae
Professore Associato in Storia dell'Architettura (settore ICAR/18) presso il Dipartimento ICEA; ha conseguito l'abilitazione a professore di prima fascia (ordinario).
Laureato in Architettura, ha conseguito il Dottorato di ricerca in «Storia dell'architettura e dell'urbanistica». Ha svolto attività di ricerca prima come borsista post-dottorato biennale; come assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Storia dell’Architettura IUAV e presso il Dipartimento di Architettura, Urbanistica e Rilevamento della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Padova. Attualmente è titolare dell’insegnamento Storia dell’Architettura e laboratorio presso il Corso di Laurea in Ingegneria Edile – Architettura, a ciclo unico con riconoscimento europeo, Scuola di Ingegneria dell’Università degli Studi di Padova.
Si occupa principalmente di storia della città e dell’architettura in età moderna e contemporanea, temi sui quali ha pubblicato vari volumi, saggi su volume e su rivista. Ha partecipato a Convegni Nazionali e Internazionali [ad es. «Second International Conference on Urban History», Strasburgo; Seminario Internazionale: Les etrangers dans l'espace phisique urbain (XIII-XIXe siecles), organizzato da Centre de Recherches Historique, Maison des Sciences de l'Homme, Institut d'Histoire Moderne et Contemporaine de Paris; «V International Conference on Urban History», Berlino; Convegno internazionale di Studi: L’università e la città. Il ruolo di Padova e degli altri Atenei nello sviluppo urbano, Padova; Convegno Digital Urban History, Torino] e a Progetti Universitari Nazionali ed Internazionali di Ricerca [ad es: PRIN: Piazze in Italia tra tardo medioevo e XVIII secolo; «Let’s care method»: Proposte di innovazione nel settore catalografico. Spazi pubblici e aperti nell’ambiente urbano: indagini conoscitive e catalogazione sperimentale per campioni; Progetto di Ricerca d’Ateneo 2008: L'impiego del cemento armato nel Veneto: sperimentazione e cantiere nella prima metà del XX secolo; PRIN 2008: Città costruita, città progettata, città virtuale: il Museo della città]. È stato membro del comitato organizzativo del VII congresso dell’Associazione Italiana di Storia Urbana, «Food and the City – Il cibo e la Città», Milano-Padova 2-5 sett. 2015; ha organizzato la giornata studi »Domenico Cerato e l'Architettura del Settecento» 2016.
Tra le sue pubblicazioni: «Una piazza per la città del principe. Strategie urbane e architettura a Imola durante la signoria di Girolamo Riario (1474-1488)», Officina Edizioni 1999; «L'Università di Padova nel Rinascimento. La costruzione del palazzo del Bo e dell’Orto Botanico», Venezia, Marsilio, 2003; ha curato i volumi: «'Far la città'. Salvaguardia e costruzione urbana di Venezia nell’età moderna», Bruno Mondadori, Milano, 2006; «Il rilievo per la conoscenza. Il Complesso d’Ingegneria di Daniele Donghi», Cleup, Padova, 2011; «Metamorfosi negate. Progetti non realizzati di Giuseppe Jappelli per Padova», Cleup, Padova, 2012; «Il cortile antico del Palazzo del Bo a Padova», Skira, Milano, 2015.

Lecturer's Curriculum (PDF): 09C10C4937A4F3A5C34A5B52D3483D78.pdf

Research areas
L'attività ricerca si è sviluppata muovendosi tra scale d'osservazione diverse: dal complesso urbano alla scala del singolo edificio e viceversa. Tale modalità di approccio e analisi a più livelli si è precisata nel corso del tempo sino a diventare una strategia di ricerca.
Le principali aree di ricerca sono le seguenti:

- Storia della città e dei tessuti urbani
a) «Stranieri e città». Indagini sulla formazione dei tessuti urbani a partire dall'incrocio di fonti e discipline diverse, storia economica e istituzionale, storia delle mentalità. L'uso degli spazi urbani al di là delle forme. Caso limite: il ghetto come recinto e area specializzata all'interno di un contesto formale già consolidato. Processi di lungo periodo che connotano la trasformazione e la formazione dell'universo urbano. Comportamenti e assetti. Forme dello spazio connesse a tipologie particolari di persone: gli stranieri. Come anche gli studenti e le loro contributo alla formazione di spazi d'uso particolari all'interno delle città se non addirittura la formazione di intere strutture urbane determinate dalla loro presenza.
b) «La piazza e lo spazio di mercato». Ricerche incentrate sul tema dell'evoluzione e realizzazione di spazi pubblici aperti di carattere monumentale e della organizzazione degli spazi collettivi, nella prima età rinascimentale.
c) «Gestione, controllo e politica dello sviluppo urbano in età moderna e contemporanea». Ricerche che hanno approfondito i modi di gestione da parte degli apparati amministrativi dei processi evolutivi della città di antico regime. Magistrature, ordinamenti e pratiche di concessione.
d) «Sistemi di rappresentazione storica». Le indagini hanno riguardato l'uso degli strumenti cartografici e delle rappresentazioni quali supporto alla conoscenza e ordinamento delle trasformazioni.
e) «Conoscenze e divulgazione della storia della città. Musei della città». Il tema si connette allo studio dei modi in cui comunicare / mostre mediante i supporti digitali più recenti, l'evoluzione dei contesti urbani e la complessa stratificazione delle città storiche.

- Storia dell'Architettura
a) «Formazione e competenze delle maestranze». A cavallo tra storia della città e storia dell'architettura, ha affrontato il tema dei processi formativi e delle competenze delle maestranze attive all'interno della società d'antico regime. Tecnici al servizio degli uffici, preparazione specifica e attività all'interno della bottega; empiria e scienza.
b) «Oggetti architettonici e spazio urbano». Le analisi hanno preso spunto dal tema del 'salto di scala' tra dimensione urbana e misura architettonica. Le ricerche si sono concentrate sul tema della trasformazione connessa a particolari circostanze (la costruzione di nuove attrezzature urbane: le cittadelle fieristiche nel Settecento; il palazzo per l'Università che con la sua realizzazione).
c) «Tecniche, materiali e linguaggi in età contemporanea».

Publications


Lecturer's Publications (PDF): 09C10C4937A4F3A5C34A5B52D3483D78.pdf

List of taught course units in A.Y. 2019/20
Degree course code (?) Degree course track Course unit code Course unit name Credits Year Period Lang. Teacher in charge
IN0533 COMMON INP6075301 12 1st Year Annual ITA STEFANO ZAGGIA
IN0533 COMMON INM0016764 12 3rd Year Annual ITA GIANMARIO GUIDARELLI