BRUGNERA RICCARDO

Contacts
E-mail
1319ae7adaf4ec2fef9d705b4a0b8141
bring this page
with you
Structure Department of Physics and Astronomy
Telephone 0498277321
Qualification Professore associato confermato
Scientific sector FIS/01 - EXPERIMENTAL PHYSICS
University telephone book  Show
 

Office hours
Wednesday from 10:00 to 12:00 Stanza n. 164 Dipartimento di Fisica e Astronomia "Galileo Galilei", via Marzolo 8 35131 Padova
(updated on 27/06/2013 14:09)

Proposals for thesis
Gli argomenti delle tesi proposte riguardano l'ambito della fisica del doppio decadimento. Maggiori informazioni si possono ottenere parlando direttamente con il docente.

Stima dell'emivita del doppio decadimento beta senza neutrini con i adti dell'esperimento GERDA

Stima dell'emivita del doppio decadimento beta con due neutrini con i dati dell'esperimento GERDA

Studio della produzione di Majoroni con i dati di Fase I dell'esperimento GERDA

Studio degli eventi di fondo con i dati di Fase II dell'esperimento GERDA

Applicazioni di tecniche di soppressione del fondo mediante reti neuronali per i dati di Fase II di GERDA

Modellizzazione del campo elettrico all'interno di un rivelatore a Ge di tipo BEGe mediante l'utilizzo di uno spettrometro Compton.






Curriculum Vitae
Riccardo Brugnera e' professore associato presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Universita' di Padova (settore FIS/01).
Laureato in Fisica con il massimo dei voti e lode presso l'Universita' di Padova nel 1987, vincitore di una borsa di studio INFN per giovani laureati nel 1987, Dottore di Ricerca in Fisica nel 1992, ricercatore universitario nel 1991 nel settore FIS/04, ricercatore confermato nel 1994, professore associato nel settore FIS/01 dal 2006.

1) Anni 1986/88. Partecipazione pre e post laurea all'esperimento NN2 presso il laboratorio I.L.L. di Grenoble. L'esperimento era dedicato alla misura dell'oscillazione neutrone-antineutrone.

2) Anni 1989-2007. Partecipazione all'esperimento ZEUS presso l'acceleratore HERA di Amburgo. L'esperimento studiava le interazioni elettrone-protone ad alta energia.
2.a) Technical Coordinator del rivelatore di muoni BRMU di ZEUS dal 1999 al 2007, con responsabilita' nella gestione dell'apparato.
2.b) Analisi riguardanti la foto ed elettroproduzione elastica ed inelastica di J/Psi, Psi', Y e la fotoproduzione di bottom, studio della produzione di dimuoni.
2.c) Dal 1994 al 1995 convener del gruppo di fisica di ZEUS "Heavy Flavour-Soft Photoproduction".
2.d) Nel 1999 convener del gruppo di lavoro per la fisica diffrattiva alla conferenza internazionale DIS99 (Zeuthen-Germania).
2.e) Wise person di svariati lavori scientifici pubblicati dall'esperimento ZEUS.

3) Dal 2000 partecipa all sperimento OPERA presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso. OPERA è un esperimento dedicato alle oscillazioni di neutrino.
3.a) Ha partecipato al progetto e costruzione degli spettrometri magnetici impiegati per l'identificazione dei muoni e per la misura del loro impulso.
3.b) Run coordinator dal 2008 al 2012.

4) Dal 2008 partecipa all sperimento GERDA, presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, dedicato allo studio del doppio decadimento beta senza emissione di neutrini.
4.a) project manager per il DAQ e il software online.
4.b) Coordinatore Nazionale dell'esperimento GERDA da meta' 2012.
4.c) Partecipa all'analisi dei dati per la misura dell'emivita del doppio decadimento beta con e senza neutrini.

5) Ha presentato risultati scientifici delle collaborazioni ZEUS (ed H1), OPERA e GERDA in piu' conferenze internazionali.

6) Responsabile Unita' di Ricerca di Padova nel PRIN 2003:"Ricerca e sviluppo su rivelatori di radaizione a piatti resistivi" e nel PRIN 2010:"Sviluppo di rivelatori a bassissima radioattivita' per lo studio della massa e della natura del neutrino tramite doppio decadimento beta".

7) E' co-autore di oltre 200 pubblicazioni su riviste internazionali.

8) Referees per varie riviste scientifiche internazionali.

9) Ha tenuto svariati corsi di Fisica nelle Facolta' di Scienze e di Medicina dell'Universita' di Padova, nonche' lezioni al corso di Dottorato in Fisica dello stesso Ateneo.
E' stato relatore (tutore) di svariate tesi di laurea (dottorato).

10) Per nove anni membro della giunta di Dipartimento di Fisica "Galileo Galilei" di Padova. Dal 2008 è presidente della Commissione Piani di Studio del Corso di Laurea in Fisica dell'Università di Padova e membro della Commissione Didattica di Dipartimento.
Dal 2011 e' il responsabile dei flussi ERASMUS per il corso di studi in Fisica del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Universita' di Padova.
Dal 2013 e' membro della Commissione Scientifica di Area 2.



Research areas
I mei attuali interessi scientifici si concentrano nelle seguenti due Aree:
Oscillazioni dei neutrini e doppio decadimento beta senza neutrini.


Oscillazioni dei neutrini
Sono membro dell'esperimento OPERA ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso. L'esperimento ricerca le
oscillazioni del neutrino muonico nel neutrino tauonico nella regione fisica indicata dall'esperimento Super-Kamiokande come spiegazione per la dipendenza zenitale del deficit dei neutrini atmosferici. L'esperimento OPERA e' un esperimento "long baseline" posto nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'INFN e riceve i neutrini del fascio CNGS del CERN.
Il rivelatore si basa su di un bersaglio di grande massa costituito da emulsioni fotografiche e piombo. Le emulsioni fotografiche sono usate come rivelatori di traccia ad alta risoluzione spaziale per l'osservazione diretta dei decadimenti dei leptoni tau prodotti nelle interazioni di corrente carica dei neutrini del tau. Rivelatori elettronici individuano gli eventi nelle emulsioni, mentre spettrometri magnetizzati in ferro misurano la carica e il momento dei muoni.
Il potenziale di scoperta di OPERA proviene dalla capacita' di poter osservare il segnale del neutrino del tau rispetto ad un fondo (principalmente eventi provenienti dal decadimento di particelle contenenti il quark charm) estremamente ridotto.

Decadimento beta senza neutrini
Sono membro dell'esperimento GERDA sempre ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso.
Il decadimento doppio beta senza neutrini e' un decadimento estremamente raro fino ad ora mai rivelato sperimentalmente. La sua rivelazione implicherebbe l'avvenuta osservazione di fisica oltre il Modello Standard e sotto ipotesi teoriche minimali che il neutrino e' una particella di Majorana (il neutrino coincide con la sua antiparticella) dotata di massa.
Per questi studi l'esperimento GERDA impiega rivelatori di Ge arricchiti artificialmente nell'isotopo 76. I rivelatori sono immersi in un criostato riempito con argon liquido puro. L'argon liquido agisce da refrigerante per i diodi e da schermo contro la radioattivita' circostante.
Per sopprimere ulteriormente gli eventi di background dovuto alla radioattivita' il criostato e' immerso all'interno di un contenitore riempito di acqua ultrapura. Tale contenitore e' equipaggiato con fotomoltiplicatori per rivelare la luce Cerenkov prodotta al passaggio dei raggi cosmici e poterli cosi' sopprimere efficacemente.





Publications


Lecturer's Publications (PDF): 1319AE7ADAF4EC2FEF9D705B4A0B8141.pdf

List of taught course units in A.Y. 2018/19
Degree course code (?) Degree course track Course unit code Course unit name Credits Year Period Lang. Teacher in charge
SC2382 001PD SCP7081760 EXPERIMENTAL SUBNUCLEAR PHYSICS
A.Y. 2018/19 details
6 2nd Year First
semester
ENG RICCARDO BRUGNERA
SC1161 COMMON SC18103039 PHYSICS
A.Y. 2018/19 details
8 1st Year Second
semester
ITA RICCARDO BRUGNERA